• Home
  • Rubriche - AntennaWeb by Radio Antenna Petrignano - dal 1976

CesVol

Il CESVOL Umbria, Centro Servizi per il Volontariato, è un'associazione di associazioni nata nel 1998. Si propone di favorire la crescita delle attività di solidarietà e volontariato nella Regione Umbria, coniugando professionalità e attenzione alle esigenze degli interlocutori, anche attraversovolumi e attività di editoria sociale.

Dona la tua voce

Ti bastano pochi minuti per leggere una storia e far compagnia a chi ti ascolta. Condividi un pensiero positivo che possa essere di aiuto alle persone

Storie lette per noi da volontari che mettono a disposizione la loro voce per farci compagnia, tratte dalle Collane del Cesvol www.cesvolumbria.org/pubblicazioni - https://issuu.com/cesvol oppure storie scelte o inedite.

Se vuoi partecipare e leggere una storia ti basta un telefono: registra una storia e invia il file audio con i tuoi dati a: 

CesVol

Il CESVOL Umbria, Centro Servizi per il Volontariato, è un'associazione di associazioni nata nel 1998. Si propone di favorire la crescita delle attività di solidarietà e volontariato nella Regione Umbria, coniugando professionalità e attenzione alle esigenze degli interlocutori, anche attraversovolumi e attività di editoria sociale.

Enrico Tromba

Ciao sono Enrico ho 60 anni e sono nato in Sicilia, dopo vari anni vissuti in Piemonte, sono approdato in Umbria dove ora vivo.

Sono sposato con Nadia e ho due figli, Gabriele di 15 anni e Mattia di 13 anni. Da cinque anni sono Diacono della Diocesi di Assisi e svolgo il mio ministero nella Parrocchia
San Pietro Apostolo di Petrignano.

Amo relazionarmi con gli altri, condividere le mie passioni e l’amore per Gesù. E’ per questo che ho accettato volentieri di collaborare con RAP per curare un rubrica di spiritualità.

Le filastrocche

La filastrocca è la prima forma poetica che conosce il bambino, il suo primo approccio con le parole e la musica. Ma le filastrocche non hanno età come coloro che le ascoltano e le apprezzano.

Marco Carioca Bottieri

Nato a Roma 29 06 1962 nel 1978 dopo gli studi si occupa del negozio di famiglia ed inizia a lavorare in una radio romana Radio Tia conduce insieme a Valentino “Discooo”
programma giornaliero della durata di 4 ore di musica dance con gli interventi degli ascoltatori.

Nel gennaio 1985 è a Rio de Janeiro fino al maggio 1990 dove conduce in radio programmi in italiano.
Rientra in Italia e nel 1992 si dedica alla passione per gli animali allevando amatorialmente dogo argentini ed aprendo una toletta per cani e gatti con attività collaterali pensione addestramento dog e cat sitter taxi dog ecc..chiusa nel 2001.
Nel 2002 rientra in radio a Nuova Spazio Radio.
Nel 2005 diventa giornalista pubblicista.
A Nuova Spazio Radio è inviato e conduttore ed ideatore di varie trasmissioni dal calcio al sociale agli animali tra cui “Tutti Pazzi per Fido”.
Passa a Power Station nel 2006 dove conduce il programma sportivo dedicato alla Lazio.
Si dedica alla scrittura e lavora nell' ambito dello sport del sociale e della cultura con l'assessore del più popoloso municipio di Roma nel 2012, poi fino ad oggi
si occupa dei suoi animali in campagna pronto e desideroso di rientrare in radio...

Meg Mason - "L'opposto di me sessa" - di Serenella Mariani

Ascolta la lettura di Serenella Mariani

L’OPPOSTO DI ME STESSA di Meg Mason, è un romanzo introspettivo, forte commovente e allo stesso tempo esilarante.
La protagonista del racconto è Martha, una ragazza bella, intelligente e brillante scrittrice, sposata con un uomo che l’adora, Patrick. Apparentemente  per questo, dovrebbe ritenersi fortunata, ma in realtà no è cosi, lei si sente diversa, sbagliata ed inutile.
Martha viene lasciata dal marito appena compie i quarant’anni dopo averle organizzato la festa di compleanno. Perché, dato che adora la moglie, Patrick la lascia?
Da questo evento inizia il racconto a ritroso della vita di Martha, la sua infanzia, vissuta nella periferia di Londra con i suoi genitori, la madre, una scultrice senza successo, il padre scrittore di poesie non ancora pubblicate, e la sorella Ingrid: quest’ultima fondamentale nella vita di Martha, il supporto più solido. Un’altra figura importante è la zia Wilsome, che, tramite i suoi pranzi di Natale, tiene unita tutta la famiglia; ed è proprio durante questi pranzi di Natale che Martha incontra Patrick, d ragazzini.
A 17 anni Martha inizia ad avere comportamenti particolare, come nascondersi sotto un tavolo a piangere. Nessun medico riesce a capire il problema, ognuno formulando diagnosi disparate che vanno alla monucleosi alla depressione. Da qui iniziano per Martha una serie di scelte, di eventi che segnano la sua vita, sentendosi sempre più la causa dei suoi fallimenti, La laure, un matrimonio frettoloso con un narcisista, il divorzio e il ritorno a casa dai suoi genitori. Oltra alla malattia anche Patrick è una  presenza costante nella sua vita, da sempre innamorato di lei, che assiste dal di fuori a tutto ciò che accade nella vita di Martha, in modo silenzioso, ma sempre presente. La vita li porta ad intraprendere una cammino, Martha sa che Patrick è l’unico in grado di capirla, di aiutarla, sostenerla  e proteggerla da se stesa. Ma i problemi di Martha si presentano in modo costante e così non è mai contenta di tutto quello che ha e che la circonda. Quanto peso ha la sconosciuta malattia nella vita di Martha? Soltanto un medico riesce a dare un nome a questa particolare malattia, ma proprio dopo dio ave capito, Martha si arrabbia con il mondo che la circonda, specialmente con Patrick, che da medico, avrebbe dovuto sapere e capire. A questo punto Patrick prende una decisione irreversibile e contemporaneamente a Martha succede qualcosa di inaspettato: inizia a vedere la sua malattia in maniera diversa e riesce ad avere atteggiamenti di apertura provando anche a riallacciare rapporti umani oramai deteriorati. Ma sarà cosi anche con Patrick?
Questo è un libro che entra nell’anima pagina dopo pagina, dopo un inizio un po’ lento, siamo completamente presi e coinvolti nella vita della protagonista. Martha è empatica, autentica, in grado di raccontare un disagio mentale e la confusione di non sentirsi se stessi e di conseguenza smarriti.
Tutti i personaggi che le ruotano intorno sono ben delineati e caratterizzati, suscitando per ognuno di loro sentimenti di simpatia, comprensione, rabbia e a volte ci vengono presentati anche con una certa ironia. Il tutto ci regala uno stile di scrittura coinvolgente, a tratti anche umoristico, pur restando una storia drammatica.
Un romanzo introspettivo che ci porta a riflettere, ad immedesimarci nella parte di chi ha problemi che non riesce a capire e gestire, a farci interrogare sulle scelte che facciamo e vediamo prendere e che, attraverso Martha, assumono un  nuovo significato e comprensione, portandoci così a focalizzare l’attenzione sull’autenticità dei rapporti umani e dei diversi punti di vista che una situazione, un problema presentano.

Serenella Mariani

Mi chiamo Serenella Mariani, vivo a Petrignano insieme a mio marito e alle mie due figlie, lavoro come impiegata amministrativa a Bastia Umbra.
Tra i miei hobbies quello preferito è la lettura, mi piace leggere di tutto, ho sempre un libro con me in modo che ogni momento libero lo posso utilizzare per leggere. Generalmente sono i libri che scelgono me e non viceversa. La mia rubrica tratta proprio di libri e il programma si chiama LIBRI WEB. In pochi minuti cerco di presentare e di raccontare i libri che mi sono piaciuti di più e che mi hanno lasciato un qualcosa. Attraverso le mie brevi recensioni cerco di trasmettere le emozioni e le sensazioni che ho avuto durante la lettura. A volte ho la fortuna di incontrare scrittori e scrittrici e fargli delle piccole interviste e questo è un arricchimento davvero interessante e importante, con la speranza che il mio semplice contributo possa servire alla diffusione dei loro scritti.

Tiziana Tafani

Nata a  Viterbo, cresciuta ad Orvieto, ha maturato una coscienza legata al territorio che l’ha portata, dopo tanti giri per il mondo, nella sua terra di origine da cui ha preso spunto la passione per la scrittura.
Si è diplomata al liceo classico FA Gualterio di Orvieto e ha studiato Giurisprudenza alla LUISS di Roma laureandosi con un testo sperimentale in filosofia del diritto sulla Crisi del soggetto giuridico, che già nel 1989 parlava di digitalizzazione e diritto alla privacy.

Dopo avere fatto parte di redazioni giornalistiche, si è impegnata anima e corpo in una sfida più grande di lei, entrando a far parte di una delle istituzioni lobbystiche più importanti d’Italia, di cui cura le relazioni internazionali, dopo avere seguito la parte normativa e quella sindacale.
E’ mamma divorziata di due marcantoni belli come un miracolo e vive da sola tra gli alti e bassi della sua indole indomita.
La scrittura è nata in lei con la passione per la musica, tanto che dopo avere pubblicato per antologie di Poesia e di letteratura, la prima monografia ha rubato il titolo ad una canzone di David Bowie, “and we can be heroes”, libro che parla di eroi reali ed eroi mitici, presi a prestito dalla fantasia dell’Autrice. Il libro è uscito per i tipi de L’Erudita di Giulio Perrone Editore.
Nel frattempo da un cassetto è uscito fuori un saggio, scritto con i toni del noir – cha ha partecipato ad Ombre Festival a Viterbo – in cui si narra l’influenza che gli affreschi del duomo di Orvieto – e la visita della Tuscia più in generale - ebbero sull’elaborazione delle teorie di Sigmund Freud. Il libro è stato presentato sotti l’egida del MIBACT e dell’Ordine degli Psichiatri Italiani che ne hanno fatto oggetto di un interessante convegno. Il libro è edito da Intermedia Edizioni.
Dopo aver partecipato a numerosi contest e antologie di Giulio Perrone editore, ha partecipato al suo primo concorso, Tuscia libris, meritando il riconoscimento di una suggestiva menzione d’onore. E’ membro dell’Accademia Italiana di Cucina, socio della Fondazione Marisa Bellisario e del Civitan Club sezione Italiana.

Uscite discografiche (e non solo)

Fabrizio De André, la storia di "Preghiera in gennaio"

Il primo album del cantautore, "Volume 1", compie 55 anni

Leggi tutto

Umberto Bindi, venti anni fa è mancato un grande cantautore

Il musicista genovese ci ha lasciato il 23 maggio 2002 all'età di 69 anni

Leggi tutto

Accadde nel rock, oggi 23 maggio: Jimi Hendrix, Radiohead, U2, Bruce Springsteen, PFM, Suede, Jewel, Umberto Bindi, George Moustaki, Baltimora

1968: Prima esibizione live di Jimi Hendrix in Italia, al Piper di Milano. Il 24 e il 25 suona al Brancaccio di Roma, il 26 al Palazzo dello Sport di Bologna.

Leggi tutto

Radio Montecarlo radio ufficiale di Umbria Jazz 2022

Appuntamento con più di 120 ore di diretta dal centro di Perugia

Leggi tutto

Vasco canta “Rewind” e volano i reggiseni

La tradizione si è confermata anche a Trento: le ragazze si sono scatenate. Il video.

Leggi tutto

Dal quanto al come: manifesto MMF per le royalties degli autori

Il Music Managers Forum detta le linee guida per la trasparenza nella ripartizione

Leggi tutto

Dua Lipa: ecco chi aprirà i suoi concerti in Italia

La popstar ha scelto un'artista britannica classe 2001, una nuova promessa.

Leggi tutto

New York si illumina per ricordare il suo re: Notorious B.I.G

La grande icona del mondo e della cultura hip hop avrebbe compiuto 50 anni.

Leggi tutto

Michael Jackson e i 40 anni di “Thriller”

Il disco verrà celebrato durante tutto l’anno. Fu primo in classifica in quasi tutto il mondo.

Leggi tutto

Fedez e J Ax hanno fatto pace e lanciano un’iniziativa insieme

I due cantanti si abbracciano: “Faremo un regalo alla nostra città”. Ma non sarà una canzone nuova.

Leggi tutto

Citazioni Musicali
The artists always reflect the times, so there's a lot to think about, a lot of unknowns, a lot of things that are describable. This is the closest I've seen to the kind of ambience that made the '60s happen. It's not about the artist having a responsibility to do anything. They have to be artists and express themselves and everything will work out fine.
Neil Young
Neil Young
Citatis.com

Licenza SIAE n. 202000000154 - Licenza SCF n. 167/5/21

PAGE TOP