• Home
  • Categorie
  • Recensioni
  • Roberto Mercadini - Bomba Atomica - di Serenella Mariani

Roberto Mercadini - Bomba Atomica - di Serenella Mariani

BOMBA ATOMICA – ROBERTO MERCADINI



Roberto Mercadini con il suo libro “Bomba Atomica” ci porta  a scoprire le origini della bomba atomica, facendoci comprendere tanti perché.
In questo libro la protagonista non è soltanto la bomba, ma anche chi ha contribuito a costruirla echi l’ha voluta. Così conosciamo la storia di Hitler, le sue origini e la sua personalità, lo stesso per i due presidenti americani Roosevelt e Truman, nonché le vite, con vari aneddoti dei fisici del calibro di Fermi, Bohr, Oppenheimer e il mistero della scomparsa di Majorana.
Durante la lettura veniamo a conoscenza di premi Nobel consegnati per errore e di città create dal nulla per permettere di lavorare al progetto Manhattan nella più assoluta segretezza. Nello stesso tempo siamo portati a riflettere su quanto le casualità, gli equivoci e i fatti eccezionali tra loro concatenati, possano contribuire nella realizzazione delle scoperte e delle persone stesse. Un elemento presente nel libro è il dualismo che viene particolarmente evidenziato quanto si parla di perone o cose opposte tra loro che però in qualche modo sono attratte. Viene raccontata la divisione degli atomi e della convivenza di particelle e antiparticelle. Il tutto ci viene descritto in maniera romanzata, ma allo stesso tempo ci racconta fatti realmente accaduti tanto da farci pensare di leggere un saggio. Nel romanzo si parla anche delle conseguenze che ha avuto quell’esplosione attraverso la storia di due persone omonime e di come gli è cambiata completamente la vita, senza essere un racconto scontato o banale. Il libro è da un lato affascinante nel capire e scoprire gli scienziati all’opera, dall’altro lato terribile viste le conseguenze. Storia, filosofia e fisica sono intrecciate e raccontate con un linguaggio semplice, piacevole e scorrevole pur raccontando argomenti complessi, tanto da leggere il libro tutto d’un fiato. La caratterizzazione dei personaggi è efficace e precisa.

  • Visite: 43

Citazioni Musicali
The artists always reflect the times, so there's a lot to think about, a lot of unknowns, a lot of things that are describable. This is the closest I've seen to the kind of ambience that made the '60s happen. It's not about the artist having a responsibility to do anything. They have to be artists and express themselves and everything will work out fine.
Neil Young
Neil Young
Citatis.com

Licenza SIAE n. 202000000154 - Licenza SCF n. 167/5/21

PAGE TOP