• Home
  • Categorie
  • Recensioni
  • Francesco Galotti - "Il Coglione" - di Serenella Mariani

Francesco Galotti - "Il Coglione" - di Serenella Mariani

“Il coglione” di  Francesco Gallotti è un libro che fotografa la nostra società odierna, facendoci riflettere in maniera divertente sulle situazioni e le persone che il vivere quotidiano ci presenta.
Il giovane protagonista del libro vive in un piccolo paese, in cui questo giovane “il coglione” appunto cerca di essere sè stesso senza diventare lo stereotipo che la società vorrebbe.
Né il protagonista, né il nome del paese in cui si svolge la vicenda hanno un nome. Attraverso gli incontri con gli amici, le persone del paese, ci troviamo davanti a situazioni in cui ognuno di noi ci si può ritrovare e identificare. Gli amici che danno consigli su come conquistare le donne, sul cosa è meglio fare o non fare. La gente che suggerisce quali comportamenti avere per ottenere un risultato piuttosto che un altro; le cose giuste da fare per essere apprezzati e ben visti da tutti. Le solite preoccupazioni giornaliere, i cliché da rispettare, il lavoro, il matrimonio, la famiglia, la vita sociale.
Il protagonista del libro invece ripudia questo modo di fare e di pensare e lui stesso si definisce un coglione perché alla fine non ci capisce più nulla. Lui è convinto che è giusto essere ciò che si è, ma per  andare avanti, la società chiede di rinunciare alla propria personalità per conformarsi e così poter vivere. Ma lui non intende farlo, non intende indossare nessuna maschera, anche se il prezzo da pagare è alto, sempre meglio essere un coglione piuttosto che smettere di essere sè stessi per avere successo nella vita e con le persone, facendoci piacere ciò che non ci piace e seguire le mode. Riuscirà in questo?
Questo è un libro scritto con un linguaggio semplice, scorrevole e a volte anche divertente, ironico, facendoci immedesimare nella vita del protagonista portandoci a fare profonde riflessioni su noi stessi e sulla società in cui viviamo, in cui l’apparire diventa più importante dell’essere, in cui tutti siamo uniformati, additando spesso  ed escludendo chi esce dagli schemi.
Sfogliando le pagine ci rendiamo conto, nonostante tutto, che essere unici  alla fine non è poi così male.
Un messaggio importante rivolto a tutti, soprattutto ai giovani, affinché possano scoprire che essere sè stessi è bello! Un libro da leggere assolutamente, in cui sono presenti molti passaggi da evidenziare e sottolineare per rifletterci su.

  • Visite: 39

Citazioni Musicali
The artists always reflect the times, so there's a lot to think about, a lot of unknowns, a lot of things that are describable. This is the closest I've seen to the kind of ambience that made the '60s happen. It's not about the artist having a responsibility to do anything. They have to be artists and express themselves and everything will work out fine.
Neil Young
Neil Young
Citatis.com

Licenza SIAE n. 202000000154 - Licenza SCF n. 167/5/21

PAGE TOP