• Home
  • Categorie
  • Recensioni
  • Madeline Miller - Circe - di Serenella Mariani

Madeline Miller - Circe - di Serenella Mariani

“Circe” di Madeline Miller è un libro mitologico che ci aiuta a conoscere meglio e sotto aspetti diversi la maga Circe.
La voce narrante del racconto è proprio Circe che ci accompagna nella sua storia partendo dall’infanzia. Circe è figlia di Elios, il dio del Sole, e della naiade Perseide. Dei loro figli Circe è la meno amata perché considerata inutile in quanto non ha poteri, né bellezza. Ha un carattere difficile e un temperamento indipendente, così vive la sua infanzia nella solitudine, solitudine che viene alleviata dall’arrivo del fratello Eete, con il quale instaura un legame particolare. Devono passare alcuni secoli prima che Circe scopre, in modo casuale, in seguito evento particolare, di avere il dono della magia. E’ proprio il fratelle Eete, nel frattempo diventato re della Colchide, che svela ad Elios e all’olimpo il dono che ha scoperto Circe, accumunandola così agli altri fratelli. Infatti la sorella Pasifae a Cnosso regna tramite i propri filtri magici e Perse è un negromante e su questo dono fonda un impero. Tutta questa magia però rappresenta una minaccia per i dei dell’Olimpo e così Circe viene punita e mandata in esilio sull’Isola di Eea. Da qui inizia la storia di Circe maga. Ma com’è la sua vita in solitudine sull’isola? Arrivata a destinazione raccoglie tutte le sue forze, studia le piante e affina i suoi poteri, in questa dimensione di solitudine scopre la sua vera identità e la sua essenza.
In questo romanzo incontriamo molte figure mitologiche che si intrecciano con quella di Circe: l’ingegnoso Dedalo, il Minotauro e Arianna, Scilla e Cariddi,  Medea, Odisseo e Penelope, Giasone….
Nel racconto troviamo di tutto: amore, rabbia, amicizia, gelosia, Coraggio, rivalità, tenerezza, guerra determinazione, paura, coraggio…il tutto scritto in maniera coinvolgente, evocativa ed ipnotica, restituendoci una Circe affascinante e interessante, in cui convivono coraggio e vulnerabilità, crudeltà e pietà, ostilità, ma anche amicizia.
Un libro che ci porta a fare un viaggio tra i protagonisti della mitologia greca e spingerci così a saperne ancora di più. Un finale inatteso, con una morale tutta da scoprire.

  • Visite: 38

Citazioni Musicali
The artists always reflect the times, so there's a lot to think about, a lot of unknowns, a lot of things that are describable. This is the closest I've seen to the kind of ambience that made the '60s happen. It's not about the artist having a responsibility to do anything. They have to be artists and express themselves and everything will work out fine.
Neil Young
Neil Young
Citatis.com

Licenza SIAE n. 202000000154 - Licenza SCF n. 167/5/21

PAGE TOP